ERROR HEADER

CF Industries Holdings: analisi fondamentale e di bilancio (giugno 2010)

CF Industries Holdings: analisi fondamentale e di bilancio con tutti i ratios, indicatori e multipli di mercato!

venerdì, 4 giugno, 2010 , ore 16:55 - 20 Commenti

Buonasera a tutti i lettori, scusate per la mia latitanza, ma è un periodo davvero molto intenso e penso che prima di settembre non migliorerà più di tanto. In ogni caso, come promesso, andiamo ad analizzare una delle società richiesta: CF Industries.



La società opera nel settore dell’agricultura e in particolare è uno tra i maggiori produttori di fertilizzanti (di nitrogeno e fosfato). Capitalizza circa 3.2 miliardi di dollari e tra i principali competitors ci sono: Agrium, Yara, Potash e K+S. Settore a mio parere interessante e infatti se andate a vedere i bilanci, oltre che di CF, anche delle 4 appena nominate, trovate davvero dati e prospettive interessanti (guardate pure qui, interessante sezione del sito di Agrium sui ”Market Fundamentals”).



In ogni caso vediamo prima il consueto foglio di lavoro excel con tutti i dati di bilancio e principali ratios&multipli di CF Industries:





Passiamo subito a commentare gli aspetti più significativi:




  • innanzitutto come vediamo la crisi si è sentita e i ricavi son andati giù, rispetto al 2009, del 33.5%; i margini però più o meno hanno tenuto e soprattutto son decisamente alti in partenza

  • anche la redditività è piuttosto alta (guardate il Roa in particolare), ben sopra tutte le ipotesi del costo del capitale e che giustifica in pieno il P/BV sopra 2

  • da un punto di vista di stabilità finanziaria non c’è alcun problema, con un debito pressocchè inesistente e un utilizzo della leva quasi insignificante: abbiamo il patrimonio netto che è più di metà del totale delle attività, intangibles davvero bassi e tutti gli indici di liquidità che suggeriscono assoluta tranquillità, inoltre il turnover degli investimenti (calcolato come ricavi/totale attività) pur con il calo del fatturato si mantiene sopra l’unità

  • infine a livello di multipli la società quota decisamente su livelli che possiamo considerare bassi, con un Ev/OCF (con l’Enterprise Value ”aggiustato” a modo mio) di 8.5 per quest’anno e l’Ev/Fcf di 11, multipli in ogni caso molto simili a quelli di Yara e Agrium, ma più bassi di quelli di K+S



Passiamo ora ad approfondire il rendiconto finanziario degli ultimi 3 anni:






  • l’operating cash flow si è mantenuto tra i 600 e i 700 milioni di dollari, ma è importante sottolineare che nell’ultimo anno nonostante come abbiamo visto ci sia stato un vistoso calo del fatturato e un utile quasi dimezzato, si siano mantenuti ottimi flussi di cassa (681 milioni nel 2009 vs 690 nel 2007) grazie soptrattutto ad un gran lavoro sul circolante (specialmente con il calo dell’inventories)

  • le CapEx, nonostante nel 2009 abbiano raggiunto il livello più alto (235 milioni, quando nel 2007 erano appena 105), sono circa 1/3 dell’OCF, ciò permette la generazione di un Free Cash Flow di circa 446 milioni (e comunque sempre positivo negli ultimi 5 anni), che sostiene senza alcun problema l’esiguo dividendo e che ha permesso anche di non avere negli anni alcun bisogno di finanziamenti e nel 2008 di effettuare un buyback di circa 500 milioni (non so il prezzo però ad esser sincero)



In sostanza i flussi di cassa (anche durante il difficile 2009) sono più che stabili e permettono un assoluto autofinanziamento delle attività, con un dividendo più che sostenibile e di conseguenza prospettive assolutamente positive.



Con il DFCF con i soliti due possibili ”scenari” e abbiamo una valutazione tra i 75$ e gli 89$ e, senza problemi, una via di mezzo intorno agli 82$ non mi sembra assolutamente follia in termini solamente di valutazione.



Passando infine all’ultima trimestrale arrivano però  aspetti negativi, ovvero dei ricavi ancora in calo rispetto ai primi 3 mesi del 2009 (-26%) con una marginalità ancora in discesa. I flussi di cassa inoltre son decisamente peggiorati, anche se il Free Cash Flow è stato positivo anche nei singoli 3 mesi. Questo non cambia di molto la mia buona opinione sul titolo (con lo stato patrimoniale che mostra ancora una solidità rara), ma indubbiamente suggerisce prudenza, perchè evidentemente la congiuntura economica pesa ancora. Il titolo comunque resta Interessante.



Vi lascio, dato che per conto mio li avevo analizzati, i fogli excel aggiornati con i bilanci 2009 ed i prezzi di qualche istante fa di Yara (in corone norvegesi), di Agrium (in dollari americani) e di K+S (in euro, però su questo c’è qualche errore quindi eventualmente ricontrollate):









Dubito altamente nelle prossime settimane di riuscire ad esser molto presente. Sicuramente mi fermo per ora con le analisi perchèm non ne ho proprio il tempo. Ho tuttavia 3-4 articoli che vorrei scrivere da tempo nella sezione didattica, quindi, appena posso, li scrivo. A presto!





 
Leggi altre news su :

Categorie : Cf Industries, Interessante
 
Analisi Fondamentale

Ti piace o ritieni utile questo articolo? Aiutaci a diffonderlo!

Su Facebook
Ti piace l'articolo?


Ti piace InvestireOggi
Su Twitter
"Twittalo"


Resta Aggiornato
Su Google+
Promuovi l'articolo
 

20 Commenti

  • # 1

    Riccardo,
    ti ringrazio per la tua analisi.

    Recentemente CF ha acquisito Terra Industries (TRA), pensi che i costi derivanti dall’incorporazione di Terra Industries possano pesare negativamente sul titolo ?
    Negli ultimi tre mesi ha perso il 45 % (04/03/2010 108,23 $ –> 07/06/2010 59,13 $).
    Oppure questo drastico calo del valore del titolo dipende esclusivamente dalla situazione negativa dei mercati.

    Grazie.
    Ciao.
    Giovi.

  • # 2

    A me piace molto anche Agrium … ed a dire il vero l’ anno scorso nel 3d chimica che aggiorno all’ interno di IO, la avevo seguita per un po’… le prospettive di questo settore in generali sono molto interessanti, vedi le acquisizioni da parte di investitori MO di larghe parti di terreni coltivabili in Est Europa ma nn solo…e questi ovviamente necessitano di fertilizzanti…

    Comunque:: grazie Riccardo, Ottimo lavoro

    Buona serata

    Lorenzo

  • # 3

    @ Giovi: l’acquisto di Terra Industries l’ho visto, diciamo che non è stato “a sconto”, questo in un momento delicato può aver un po’ pesato e portato il titolo a sottoperformare, in ogni caso per l’impatto sui conto davvero non saprei dire e ci tocca aspettare la prossima trimestrale! ;-)

    @ Lorenz: Agrium e Yara sono probabilmente le mie due preferite…bilanci pultissimi e managment molto trasparenti… l’unica cosa è che magari hanno un po’ meno upside, in termini di crescita, di CF Holdings, in ogni caso se approfondirò ulteriormente e investirò in qualcuna di queste società, ve lo farò sapere!

    A presto! ;-)

  • # 4

    ciao Riccardo,

    so di fare una domanda probabilmente stupida, ma non potresti inserire il mercato azionario di riferimento in cui il titolo è scambiato? o, se lo hai disponibile il codice ISIN?

    Ripeto: so che la domanda è banale, ma davvero a volte trovo qualche difficoltà a trovare il titolo.

    Grazie

  • # 5

    Ciao Luca, figurati, mi costa davvero poco e in realtà in passato ci avevo pure pensato! Dal prossimo titolo ci sarà sempre ticker e mercato principale!

    A presto! ;-)

  • # 6

    Grazie!!! :-)

  • # 7

    Ciao Riccardo,

    ho una domanda fuori tema, se hai due minuti per rispondere.. Che ne dice dei seguenti ETF su titoli di stato area euro? Uno e’ su titoli fissi, l’altro su titoli a tasso variabile legato all’inflazione:
    iShares Barclays Capital Euro Government Bond 3-5
    iShares Barclays Capital Euro Inflation Linked Bond (IBCI)
    grazie!!!
    Luigi

  • # 8

    @ Luca: de nada! ;-)

    @ Luigi: figurati, domande son sempre benaccette! In ogni caso io sono molto negativo sui titoli di stato nei prossimi anni, soprattutto quelli con scadenza media (3-5y) e lunga (10y). Questo perchè i tassi Bce, prima o poi, dovranno risalire e quindi i prezzi dei titoli di stato dovranno per forza di cose scendere. Con gli etf ti esponi in primis alla perdita in conto capitale, quindi fino a quando i tassi non avranno raggiunto livelli “accettabili”, non sono nemmeno da prendere in considerazione per quanto mi riguarda.

    Discorso diverso per gli inflation linked, che indubbiamente sul medio periodo potrebbero rendere di più (e comunque sicuramente sovraperformare quelli a tasso fisso), però con la consapevolezza che fin quando i tassi resteranno così bassi, rendono poco o nulla! ;-)

  • # 9

    Riccardo, grazie per la risposta! La mia idea era quella di tenere gli etf sui titoli di stato solo per alcuni mesi (<6 mesi) perche' diversi analisti indipendenti pronosticano imminenti discese in borsa. E' un'idea stupida?

    Altrimenti che altro potrei comprare in questo momento? Oppure non ha senso creare un portafoglio ora?

  • # 10

    Ciao Luigi, muoversi ora è davvero difficile per quanto mi riguarda!

    I titoli di stato a fin di trading potrebbe essere anche un’idea, ma non è facile, questo perchè il tempo di crescita del prezzo delle obbligazioni è finito (da quanto i tassi sono a zero), quindi bisognerebbe saper cogliere movimenti di breve e non è facile.

    Sulle azioni, titoli interessanti iniziano ad esserci, però si potrebbe aspettare ancora un po’, per evitarsi qualche drawdown di troppo (la conginutura è tutt’altro che convincente).

    In sostanza, io sono alla finestra, per i titoli di stato, per il lungo termine li comprerò solo quando rivedo tassi almeno al 4% e le azioni vorrei i mercati un po’ più giù! ;-)

  • # 11

    Riccardo, mille grazie per i preziosi consigli!!! Staro anch’io in attesa…

  • # 12

    Ciao Luigi, figurati! Considera anche che io sono abbastanza “difensivo”, per cui amo rischiare poco. Questo per dire, che magari prendendosi un po’ di “drawdown” in faccia potrebbero anche essere livelli accettabili per un entrata di lungo periodo, però, per ora, il rischio, per me, è troppo alto! ;-)

  • # 13

    Ciao Ricky, riesco ancora a seguirti e mi fa sempre piacere leggerti.
    Sul tema titoli di stato sono cocncordo con la tua analisi, anche se per emissioni in scadenza a breve l’impatto è meno forte rispetto alle emissioni oltre i 5 anni dove la certezza di trovarsi un valore inferiore, causa del naturale aumento dei tassi, è quasi scontato.
    A tal proposito è reale un rapporto per cui al salire di un punto del tasso si contrappone una flessione di detti titoli pari al 6-7%? L’ho letto da qualche parte.
    Versante titoli societari.
    Sto seguendo Terna e Telecom Italia cosa ne pensi?
    Soprattutto telecom a prezzi < agli attuali, attorno a 0,85 potrebbe essere, in prospettiva, un buona scommessa.
    Ti saluto
    Max

  • # 14

    Ciao grande Max! Mi fa piacere che mi segui sempre, anche se il meno presente mi sa che sono io, che ultimamente latito! :(

    Comunque, per quanto riguarda i titoli di stato, la flessione dei titoli in realtà è proprio proporzionale alla distanza dalla scadenza. Più la scadenza è vicina, minore sarà la reazione del prezzo, più la scadenza è lontana, maggiore sarà la variazione! Quel 6-7% sarà riferito ad una scadenza in particolare, ma è un caso specifico, non generale.

    Qui c’è un esempio della variazione di prezzo in seguito a variazioni di tassi d’interesse (l’esempio è poco realistico perchè ipotizza tassi da 10% a 20%, però rende l’idea!):

    [img]http://analisifondamentale.investireoggi.it/comments/thumb_1277854820interestratematurity.jpg[/img]

  • # 15

    Da un punto di vista tecnico sembra che CF holdings abbia arrestato la sua discesa: occasione d’acquisto? Probabile ;-)

  • # 16

    Eheh…titolo molto interessante indubbiamente! ;-)

    Tu che mi dici Frank? Ancora a studiare?

  • # 17

    Ho finito la scorsa settimana gli esami: finalmente mi godo un po’ di relax ;-)
    Te invece? Come va la tesi?! mrgreen: :mrgreen:

  • # 18

    Bravo Frank…quand’è mertitato è ancora meglio il relax! Io discuto la tesi giovedì…e poi si va oltreoceano!! ;-) ;-)

  • # 19

    In Bocca al Lupo, allora!!!!!!!!!!!!!! :-)

  • # 20

    Crepiiii :mrgreen:

Lascia un Commento 

Emoticons :-)  :D  :mrgreen:  :(  ;-)  :roll:  :mad: