ERROR HEADER

Ansaldo Sts, analisi fondamentale e di bilancio (terza trimestrale 2010)

Ansaldo Sts, analisi fondamentale della terza trimestrale 2010

giovedì, 24 febbraio, 2011 , ore 17:19 - 2 Commenti

Buonasera a tutti i lettori, finalmente ritrovo il tempo di scrivere sul blog. In ogni caso a breve ci dovrebbero essere grosse novità che dovrebbero sicuramente aiutare il sottoscritto nel mantenere più aggiornato il blog, pur preservando la qualità degli articoli (anzi sicuramente alzandola!).


Oggi come da titolo andiamo ad aggiornare la situazione del titolo Ansaldo Sts, che avevamo lasciato indietro nel lontano 2008.


Il titolo come sapete opera nel settore dei sistemi di trasporto ferroviari e metropolitani. Quota circa 10€ per azione, per una capitalizzazione complessiva di circa 1.2 miliardi di euro. Negli ultimi giorni ha visto un aumento deciso della volatilità e un calo della quotazione importante, evento legato alla crisi in Nord Africa e in particolare in Libia, dove Ansaldo ricava una parte del fatturato.


In ogni caso aveva decisamente tenuto botta, sia a livello di conti che di quotazione, alla crisi finanziaria e infatti la sovraperformance rispetto al Ftse Mib era stata notevole:



Il 2009 era stato chiuso con Ricavi in crescita, Ebit e Utile Netto in leggero calo, ma un’ottima generazione di cassa con un FCF 2009 che ha segnato +100% sul FCF 2008.


Andiamo però a vedere come si è comportata nei primi 9 mesi del 2010:




  • a livello di conto economico abbiamo Ricavi, Ebit e Utile tutti in crescita, anche se questi ultimi crescono leggermente meno deil fatturato, riducendo i margini (abbiamo un Profit Margin intorno al 5.5% e un Ebit Margin vicino al 10%)

  • a livello di stato patrimoniale rimane l’unico aspetto che continua a non piacermi da parte della società, un utilizzo della leva davvero importante; per quanto la redditività sia alta, storco sempre il naso quando vedo il totale dell’attivo essere più di 4 volte il patrimonio netto e un capitale circolante netto davvero elevato

  • a livello di flussi di cassa impatta proprio la variazione del CCN (positiva, che qui però brucia cassa, per ben 122 milioni di euro) e che porta l’operating cash flow in negativo e costringendo per il finanziamento delle CapEx e la distribuzione dei dividendi un leggero aumento dell’indebitamento (tuttavia la PFN è ancora nettamente in positivo)



Per il 2010 ci potremmo aspettare di chiudere con ricavi per circa 1.3 miliardi e un utile intorno ai 70-75 milioni di euro, quindi un P/E intorno a 17 (migliora però il multiplo utilizzando l’EV al numeratore), più difficile invece la stima sul P/FCF perchè bisognerà vedere come si comporterà il circolante che per dimensioni ne influenza decisamente il valore. In sostanza confermo la mia view positiva sul titolo, che però trovo un po’ caro e quindi il driver determinante per la quotazione sarà la crescita ed è per questo che l’attenzione del mercato è rivolta interamente alla sfortunate vicende nel Nord Africa.


A presto a tutti i lettori, soprattutto con la novità per il blog!


 
Leggi altre news su :

Categorie : Ansaldo Sts, Neutrale
 
Analisi Fondamentale

Ti piace o ritieni utile questo articolo? Aiutaci a diffonderlo!

Su Facebook
Ti piace l'articolo?


Ti piace InvestireOggi
Su Twitter
"Twittalo"


Resta Aggiornato
Su Google+
Promuovi l'articolo
 

2 Commenti

Lascia un Commento 

Emoticons :-)  :D  :mrgreen:  :(  ;-)  :roll:  :mad: